Cos’è la Pit bike?

Pit bikes / minibike / minimoto

 

Le pit bike nascono una decina di anni fa negli USA come piccole moto utilizzate dai piloti per gli spostamenti nelle pit lane. In origine si partiva da una moto per bambini che andava poi profondamente modificata nell’estetica, nella ciclistica e potenziata nel motore, modifiche costose e che potevano facilmente raggiungere cifre pazze, anche di 6-10.000 Dollari.
Il risultato finale  che le pit bikes hanno preso subito piede diventando oggetto di culto, facendo nascere campionati ed eventi appositamente a loro dedicati.

 

La DreamLab International dal 2003 ha rivoluzionato questo concetto originario, andando a proporre le Dream e aprendo il mercato delle pit bikes pronte all’uso, a prezzi ragionevoli e per tutte le fasce di utilizzo, ludico, sportivo e agonistico.
Da allora il mercato non è più lo stesso e le Dream pit bikes stanno diventando sempre di più una mania, sono divertentissime da guidare, estremamente affidabili e hanno costi di gestione contenuti.

 

Le Dream Pitbikes fanno tornare tutti un pò bambini, ma contrariamente a quello che fa pensare il nome, non sono giocattoli, ma si tratta di moto vere e proprie, con motore a 4 tempi e che presentano le stesse soluzioni delle due ruote di maggiori dimensioni.

 

Sono l’ideale per l’utilizzo sportivo e agonistico da parte degli adulti a cui non piace prendersi troppo sul serio e sono un’ottima palestra per i bambini che vogliono avvicinarsi al mondo delle due ruote.

 

Delle Dream ci si innamora al primo sguardo!